Impacco per capelli fai da te banana e cocco

Vuoi fare un impacco per capelli con ingredienti naturali? Oggi ti darò una ricetta fai da te profumatissima con banana e latte di cocco.

Impacco per capelli fai da te banana e cocco

L’occorrente per questa ricetta di bellezza è:

  • una banana,
  • mezzo bicchiere di latte di cocco,
  • un cucchiaio di miele,
  • un filo di olio di jojoba.

Se non hai il latte di cocco puoi prepararlo tu miscelando del cocco grattugiato all’acqua.

Il procedimento è molto semplice: devi frullare la banana (o schiacciarla con una forchetta) insieme al latte di cocco, quindi unire gli altri ingredienti per ottenere un composto uniforme.

Ora applica la “pappetta” appena realizzata sui capelli asciutti da metà lunghezza in poi; aiutati con un pettine per stenderla in maniera uniforme. Dopo aver applicato la miscela, sistema i capelli verso il centro della testa e avvolgili con della pellicola trasparente.

L’impacco dovrà agire per 30 minuti e poi potrai lavarti la chioma come fai abitualmente. Puoi ripetere questo trattamento fino a una volta alla settimana. I tuoi capelli risulteranno morbidi, lucidi e rivitalizzati.

Impacco per capelli fai da te banana e cocco: a chi è adatto

Applicato tutte le settimane, questo impacco è adatto a capelli secchi e sfibrati. Se hai una chioma normale da ravvivare, puoi realizzarlo non più di un paio di volte al mese.

E’ sconsigliato completamente, invece, alle cuti grasse. Il profumo di questo rimedio naturale ricorda molto l’estate per il contenuto di cocco; in effetti, è molto indicato per le chiome stressate dall’azione di salsedine e cloro.

Nei periodi in cui vai al mare e/o in piscina è indispensabile curare i capelli; se li trascuri dovrai, presto, correre dal parrucchiere! L’impacco fai da te con banana e latte di cocco è utile anche per rinvigorire capigliature sottoposte ad agenti chimici aggressivi, come tinte e permanenti.

Torna a trovarmi!

2 Comments on “Impacco per capelli fai da te banana e cocco”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.