Correttori colorati: a cosa serve il correttore viola, verde, arancione? Trucchi, consigli e applicazione.

I correttori colorati sono ormai presenti in tantissime collezioni beauty di Kiko, Essence, Catrice e molti altri. Ma a cosa serve il correttore verde, arancione o viola? Come si usano e come si applicano? Oggi cercherò di rispondere a queste domande e darti qualche consiglio su come scegliere quello più giusto per te!

Correttori colorati: come funzionano e perchè usarli

I correttori colorati servono a nascondere specifiche imperfezioni e discromie della pelle del viso come, ad esempio, occhiaie, rossori, brufoli e capillari spezzati. Il loro funzionamento è molto semplice: si basa sulla teoria dei colori.

Ogni colore, infatti, ha un suo complementare in grado di assorbirlo e neutralizzarlo. Ad esempio il complementare del rosso è il verde, del viola il giallo e dell’arancione, il blu.

Per questo ogni correttore ha una sua specifica funzione che ti spiegherò approfonditamente nei paragrafi successivi. Le tonalità più diffuse e usate sono: il verde, l’arancione/giallo, il rosa, il violetto.

Vediamo insieme a cosa servono i vari tipi di correttore colorato e quale scegliere in base alle tue esigenze.

A cosa serve il correttore verde?

Uno dei correttori colorati più diffuso, venduto nelle palette viso oppure anche singolo, ha un uso ben preciso: attenuare i rossori del volto causati da couperose o da agenti atmosferici (vento, freddo).

Come si applica il correttore verde? Normalmente questo prodotto di make up si applica sulle zone da trattare, si picchietta e si sfuma con un pennello per correttore, in modo da uniformarlo con il resto del trucco.

Esistono specifici correttori verdi in stick o matita, perfetti per nascondere difetti localizzati come, ad esempio, brufoletti, foruncoli, capillari spezzati.

A cosa servono il correttore arancione e il correttore giallo?

Il correttore arancione e il correttore giallo hanno entrambi la funzione di mimetizzare le occhiaie. Scegli l’arancio per nascondere quelle bluastre, mentre se i tuoi “cerchi sotto gli occhi” sono tendenti al viola, dovrai usare il giallo.

Come si applica il correttore giallo o arancione: il correttore giallo e quello arancione vanno picchiettati e sfumati nella zona sotto gli occhi prima dell’applicazione del fondotinta.

Anche per questo prodotto sono disponibili diversi formati, i più diffusi sono quelli in crema, in stick e in matita.

Correttore viola: perchè si usa? A cosa serve?

Esistono anche i correttori viola e lilla. In questo caso, la loro funzione è quella di nascondere le imperfezioni delle pelli che tendono al giallo/olivastro.

In commercio trovi anche il correttore rosa, specifico per i grigiori del volto e il colorito spento. Entrambi i prodotti sono ideali come base viso, su tutta la pelle o solo su zigomi, fronte e mento.

Puoi comprali in versione stick, crema, fluida o a matita.

Palette di correttori: alcune marche con prezzi

Per non comprarli singolarmente, moltissimi marchi hanno in commercio palette con all’interno diverse cialde di correttori colorati in crema o polvere compatta.

Ad esempio, nella linea Rimmel London #Insta trovi la Insta Conceal&Correct che contiene al suo interno il correttore verde, rosa pesca e viola (costo: 12,80€).

La Colour Correct Concealer Palette di Kiko, al prezzo di 13,50€ ti offre 5 colori diversi: verde, beige caldo, beige freddo, viola e rosa.

Ti segnalo la palette di correttori colorati proposta dal marchio low cost Essence. La All You Need Concealer Palette contiene 5 colori: bianco illuminante illuminante, due toni di beige, rosa e verde. Il costo è di 4,49€.

Ti segnalo, infine, la palette Allround Concealer Catrice, palette di 5 correttori molto simile a quella della “sorella minore” Essence. Il costo è di circa 6 euro.

Tu usi i correttori colorati? Hai qualche consiglio oppure vuoi aggiungere qualcosa a questo articolo? Diccelo lasciandoci un commento qui sotto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.